Marco Pavani

MPAVANI_FAV

Vi ho parlato del concerto di Sara Pastine. Lo stesso giorno, nello stesso posto, si teneva la mostra di un pittore che mi è piaciuto, Marco Pavani di 56 anni, nato a Roma, che ha intrapreso una carriera di disegnatore e pittore fin dalla tenera età, ma è stato riscoperto solo nel 2011 con la sua prima mostra curata dalla Petrarte Edizioni di Pietrasanta.
In seguito al successo ottenuto, ha iniziato a partecipare a diverse manifestazioni, tra cui Sentiments tenuta alla stazione Leopolda di Pisa e altre che non ricordo.
Per quanto riguarda le sue opere, sono rimasto colpito da alcune di esse. Molte sono presenti su internet, ad esempio in questa pagina pinterest, mentre l’intera mostra è pubblicizzata sul sito dell’associazione Imagnificat.

MPAVANI_Opera1La prima opera che mi ha colpito è questa qui a destra. Mi ha colpito prima di tutto per i colori molto accesi che danno subito un’aria suggestiva a tutto il quadro. L’effetto prospettico viene lasciato invece all’uso delle luci e delle ombre, che fanno apparire il palazzo frontale come arcuato. Vi è inoltre un bizzarro uso dei colori, con il blu sulle finestre a raffigurare il riflesso del cielo, a differenza di alcune finestre più basse che riflettono una sorta di verde.
Il cielo è di un compatto blu (mi scuso per il flash che fa apparire il cielo in gradazione di blu) che divide il quadro in due parti: quella appunto del cielo da quella delle costruzioni. Un dettaglio che trovo ancora bizzarro è in basso a sinistra l’aver voluto rappresentare anche il cancello.

MPAVANI_Opera2La seconda opera, ma ce ne erano altre molto belle, è questo sottopassaggio. Sfortunatamente la foto è di bassissima fattura e non si scorge l’abile uso del colore per impressionare la persona che guarda il quadro. Ancora una volta grandi contrasti tra colori scuri e colori chiari, con alcune sfumature di marrone che accentuano un senso di oppressione generale.
Il quadro, nonostante ritragga un normale squarcio di città, qualcosa che possiamo ritrovare in qualsiasi luogo, viene rappresentato con una certa maestria per risaltare un contrasto molto impressionante.

Spero che i due quadri vi diano una idea delle capacità dell’artista. Andate a visitare una sua mostra, se vi è possibile.
Stay tuned.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>