Una nuova speranza…

Vampiri a Nizza

22.15 di Martedì sera.
Inizio di nuovo a scrivere il mio nuovissimo blog. Lo pubblicherò in futuro, devo vedere se ne ho ancora voglia di scrivere. O meglio, voglia ne ho, e anche tanta, purtroppo manca proprio il tempo.
Il tempismo è essenziale, poter usufruire del tempo disponibile per fare qualcosa di diverso dal solito, tipo scrivere un blog, non è cosa da tutti i giorni. E poi, per quanto abbia studiato a fondo come far funzionare il precedente blog, avevo solo bisogno di ritrovare uno stimolo, di non avere tra i lettori solo i miei amici stretti.
Time is of the essence. Ora rinizio a scrivere, soprattutto per me. Per passione…

E parto da questo Halloween passato, che sarà il primo post, fugace, descrittivo e che rimarrà in imperitura memoria nello slider del blog. Nel mentre vengo contattato da una amica in chat, ma posso riuscire a scrivere ancora.
Questo Halloween lo prepariamo daa mesi, e ciò nonostante abbiamo fatto tardi per tutto. L’idea originale era di vestirsi da demoni: eravamo 4 maschietti e una ragazza. Io volevo fare la parte del diavoletto che cercava di corrompere le persone a vendergli l’anima, mentre la ragazza avrebbe dovuto portare il contratto. Uno tra i due disponibili: uno per le ragazze in cui si chiedeva l’anima per le solite cose (ricchezza, fama, bellezza) e uno più banale per i maschi dove si prometteva solo un pò di figa.
Ero pronto a stampare i contratti, a comprare il vestito, a prendere le lenti colorate, addirittura a fare una stampa di tatuaggi temporanei personalizzati… poi prima i miei compagni hanno impiegato un mucchio di tempo per decidersi a vedere i vestiti, poi han cambiato tema e siamo passati a vestirci in tema vampiresco.

Mordo Marianna

Io che mordo una mia carissima amica incontrata per caso

Cercando su internet abbiamo trovato i vestiti su due siti diversi: il mio, che era anche quello più costoso, veniva 39.90 euro su Deguisement Discount, da cui abbiamo preso altri due vestiti e tutte le dentiere, il sangue finto e le unghie per Delia.
I due vestiti rimasti li abbiamo presi su Deguisetoi. Mediamente si spende meno che non ad affittarli, infatti per carnevale avevamo speso sui 28 euro per vestirci da preti (ehm… io da Papa). A quel punto però, vista la spesa, i miei amici hanno evitato di comprare le lenti colorate, che venivano una decina di euro.
E addirittura avevamo trovato un bellissimo vestito da cupido che sarebbe stato meraviglioso per uno di noi, e volutamente fuori tema (ma ce li vedete 4 vampiri con un cupido?), ma costava troppo e questo tizio aveva appena affrontato una ingente spesa per una macchina.

Quindi alla fine 4 vampiri e una vampiressa. La serata è stata carina, con qualche morso quasi dato a qualche passante, tipo quelle nella foto. E ora stiamo pensando a riutilizzare i vestiti per… ma questo è ancora solo un progetto.
Per stasera è abbastanza. Stay tuned!

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>